lunedì 20 dicembre 2010

Una sorpresa di Natale: no gadget, sì ai computer

Siamo quasi a Natale e i gadget tecnologici sembra non funzionino più come regalo. Cose come casse per iPod, custodie e via di seguito sono oggetti non più desiderati, a favore della concretezza di un nuovo computer o smartphone.
Se sui secondo non ci sono grandi dubbi, ci sarebbe da far riflettere sui costi di connessione, perché spesso sono nascosti e gli acquirenti non hanno piena coscienza delle spese.
Sui computer, invece, ho notato un ritorno di fiamma.
Molti hanno colto l'occasione del Natale per cambiare il computer di casa e non si stanno rivolgendo ai netbook, come qualcuno vuol farci credere, bensì a quella fascia di prodotti tra i 500 e i 600 euro, possibilmente inseriti nelle offerte volantino delle grandi catene.
Un fatto nuovo, perché l'italiano sta riscoprendo il computer nella sua veste più potente, con maggiori capacità rielaborative e multimediali.
Tutto ciò non migliorerà sensibilmente il digital divide, ma aiuterà a progredire e a far progredire le aziende perché, con computer più potenti, si possono fare più cose e più velocemente, quindi si richiederanno le medesime prestazioni al lavoro.
Una sorpresa sotto l'albero di Natale per l'Italia, con gli italiani che spendono con maggior attenzione nella tecnologia.
 

adv

Archivio blog

Influencer

Designed By Seo Blogger Templates