giovedì 28 giugno 2012

Sky on demand e la rivoluzione della TV

Il palinsesto televisivo diventa un qualche cosa di antico, un timido ricordo.
Sky, dal primo luglio lancia un servizio di contenuti on demand che è totalmente svincolato dalla visione fisica dei canali.
Lo fa sfruttando la propria piattaforma, ossia il decoder MySky, e lo fa con un'offerta estremamente aggressiva.
Non sono abbonato a Sky, non faccio pubblicità perché non sono remunerato da Sky, non andrò nemmeno alla presentazione lunedì prossimo, ma da osservatore di tendenze tecnologiche, questa è una di quelle novità da tenere sotto osservazione e quindi vorrei che se ne parlasse.
Siccome non ho trovato in giro molto, vi lascio direttamente il comunicato stampa per approfondire la questione.

Il 1° luglio Sky lancia Sky on Demand, un servizio innovativo ed estremamente semplice da utilizzare che cambia il modo di vedere la tv. L'utente ora potrà scegliere tra migliaia di contenuti dell'offerta Sky, cosa vedere e quando vederlo, senza più nessun vincolo di orario o di palinsesto.
Il servizio è incluso nell'abbonamento senza costi aggiuntivi e, per premiare la fedeltà dei propri clienti, Sky offrirà il nuovo Sky on Demand in anteprima e in esclusiva ai clienti abbonati da almeno un anno dotati di My Sky HD.
Con questo nuovo servizio, Sky apre il decoder My Sky HD alla ricezione di contenuti via internet e mette a disposizione dell'abbonato una videoteca di film, serie tv, documentari, programmi per bambini, sport e molto altro, in continuo aggiornamento che, dagli oltre 1200 titoli disponibili già in fase di lancio, arriverà a oltre 2000 nei prossimi mesi.
Il decoder My Sky HD diventa così il fulcro di una vera piattaforma ibrida satellite-internet che integra in un unico ambiente tutte le diverse modalità di fruizione – dalla programmazione lineare, ai programmi registrati dall'utente, fino all' on demand, consentendo inoltre la ricezione dei canali in chiaro del digitale terrestre attraverso la digital key.
La qualità di Sky on Demand è inoltre garantita dal progressive download, che, a differenza di altri servizi "on demand" offerti via streaming, garantisce una visione con una qualità ottimale, stabile e senza interruzioni, indipendentemente dalla velocità della connessione, utilizzando la memoria dell'hard disk del decoder My Sky HD per scaricare e rendere disponibile in pochi istanti il programma scelto. Programmi che rimangono a disposizione dell'abbonato sull'hard disk del proprio decoder, per essere rivisti ogni volta che si desidera.
Sky on Demand continuerà ad arricchirsi quotidianamente di nuovi contenuti, per garantire sempre agli abbonati Sky la più ampia scelta possibile.
Al momento del lancio, la videoteca di Sky on Demand può già contare su oltre 600 film e continuerà ad arricchirsi fino a superare i 1000 titoli.
I contenuti di cinema sono divisi in categorie – secondo il genere o in base a I Più Visti e Gli Ultimi Arrivi – e la sezione dedicata alle Collezioni.
Sky on Demand è anche Intrattenimento, con serie tv di successo come "The River", "The Listener", "Pan Am", "Falling Skies", "Misfits", e le produzioni italiane targate Fox "Boris" e "Il Mostro di Firenze".
In occasione del lancio di Sky On Demand viene promossa anche un'iniziativa di social networking e interazione con il pubblico della rete. Strappa risate e lacrime, fa sognare, pensare, arrabbiare: niente meglio di un film riconosce al volo le emozioni di ognuno di noi. Per questo l'hashtag #lopensilovedi sarà l'assoluto protagonista su Twitter della giornata di oggi. In occasione della presentazione del servizio, infatti, chiunque potrà twittare il suo stato d'animo "mettendo alla prova" Sky on Demand che, nel giro di pochi secondi, risponderà suggerendo un film (e relativa scheda) adatto all'umore del momento.

adv

Archivio blog

Influencer

Designed By Seo Blogger Templates