Asus Zenfone 2: ottimo non solo nel prezzo

Una linea di prodotti, con un top di gamma splendido



Asus ha deciso di andare ad abbattere le barriere nel mondo degli smartphone, cosa che ha fatto già con successo qualche anno fa con gli eeePC. I modelli Zenfone 2, infatti, coniugano design, facilità d'uso, potenza e prezzo che non hanno paragoni con i riferimenti di mercato.
Un passo in avanti sostanziale rispetto alla versione precedente, con un miglioramento importante in tutte le componenti ma con dei prezzi assolutamente incredibili, soprattutto per il top di gamma.
Le dimensioni sono decisamente importanti (77.2 x 152.5 x 3.9 e uno spessore di 10,9 mm), un peso di 170 grammi. Materiali e forma leggermente curva nella zona posteriore lo rendono facilmente impugnabile, anche se difficile da gestire con una sola mano. Hardware molto spinto, avendo scelto la tecnologia derivata dai PC di Intel Atom, sfruttanto il supporto ai 64 bit e ben 4 GB di RAM, necessari per gestire il numero sempre crescente di applicazioni che vengono usate e installate sugli smartphone. Lo schermo è HD 1280×720, con tecnologia IPS, protetto da Gorilla Glass 3.

La fotocamera principale è da 13 megapixel ed è stata affiancata da due led flash di colorazione differente per avere foto migliori in condizione di luce critica.
La connettività è garantita 4G solo sulla prima SIM fino a 150 Mbps, c'è la connessione wi-fi due bande, Bluetooth è 4.0 e NFC. L?audio è nella media.
Il punto di forza è la ZenUi, che permette di toccare lo schermo due volte per accenderlo, oppure scrivere con un dito una lettera per attivare alcune funzioni (una grande C e si accende immediatamente la camera).
Un prodotto certamente importante, facile da usare, molto riconoscibile, potente ma senza eccessi. Punti di forza la camera, con ormai l'imperdibile bottone per i selfie, e un rapporto qualità prezzo che non ha paragoni. Asus è un'azienda leader nel settore dell'elettronica di consumo, garantisce quindi una presenza importante a livello di assistenza ai propri clienti e questo è un elemento fondamentale per capire l'impatto che lo Zenfone 2 può avere sul mercato.
Notevole la possibilità di ricaricarlo molto rapidamente.
Unico difetto: in Italia stanno arrivando pochi modelli, quindi la disponibilità limitata sarà, almeno in questa primavera, un vero problema per vederlo da vicino.

L'economia del possesso e l'economia dell'accesso

La rivoluzione è in atto.
C'è chi se n'è già accorto, c'è chi non vuole vedere cosa sta accadendo, ma la rivoluzione miete vittime da tempo.
E il digitale è l'abilitatore di questa rivoluzione.
Pensateci.
Uber è il più grande servizio taxi al mondo, ma non possiede nemmeno un'auto.
Airbnb è il più grande albergo del mondo, ma non possiede nemmeno una stanza.
Alibaba è lo store più grande al mondo, ma non possiede un magazzino.
Provate a fare una riflessione: a cosa serve possedere un libro se posso cercarlo e leggerlo quando voglio e come voglio?
A cosa serve possedere i CD se posso cercare le canzoni e ascoltarle quando e dove voglio?
A cosa serve possedere una macchina se prendo il telefono e ne prenoto una a due minuti dal luogo in cui mi trovo?
A cosa serve possedere decine di programmatori se posso fare una richiesta e in poche ore ho a disposizione il codice con una spesa veramente limitata?
A cosa serve avere i server di posta elettronica se sul cloud ho un servizio più efficiente e meno costoso?
A cosa serve vedere un programma in TV quando posso vedermelo, con calma, quando voglio e quando ho più tempo a disposizione?
Solo alcuni esempi, ma si potrebbe andare avanti elencando come il mondo e l'economia stanno cambiando. Certo non vale per tutti i settori (nel food il prodotto ha sempre la stessa vita).
L'economia del possesso era contraddistinta da beni più o meno durevoli ma da qualche inefficienza, l'economia dell'accesso, invece, è determinata dall'immaterialità, o materialità digitale, e da un costo per utilizzo.
Ricostruire il possesso, mentre il concetto di disponibilità di un bene diventa qualcosa di relativo.
Su questa rivoluzione in atto ci sono resistenze, spesso determinate da status symbol. Ma le rivoluzioni come queste sono inarrestabili. 
Lottare contro o partecipare determinerà vincitori e vinti nei prossimi vent'anni.

Office 365 avrà davvero un'alternativa (gratis) online?

Ci sono programmi che ci seguono quasi da sempre, pensiamo alla suite Office di Microsoft e soprattutto Word, Excel e PowerPoint. In tanti hanno provato a entrare in quel mercato, non ultimo Google con la suite Docs, ma non è mai facile fare cambiare le abitudini delle persone.



Nemmeno Apple è mai riuscita davvero a scalfire l'impero di Microsoft. LibreOffice, che è la risposta in chiave open source dopo l'acquisto di Oracle di OpenOffice, ha deciso di fare il grande passo ed entrare nel "mercato" delle applicazioni di produttività sul cloud. Là dove anche Google si è dovuta arrendere, ossia alla schiacciante supremazia tecnologica di Office e all'abilità di restare fedeli al proprio passato, quindi rendere l'esperienza confortevole agli utenti, LibreOffice cerca di andare all'attacco.
Il progetto chiaramente parte da lontano, dal 2011, ma sta iniziando a mostrare solo adesso le potenzialità reali.

A questo link trovate l'annuncio ufficiale http://blog.documentfoundation.org/2015/03/25/libreoffice-to-become-the-cornerstone-of-the-worlds-first-universal-productivity-solution/

Basterà?

Non sappiamo se potrà essere sufficiente per contrastare il predominio di due colossi, ma è chiaro che la concorrenza fa sempre bene. Bisognerà valutare il reale impatto di queste tecnologie di produzione di contenuti nei prossimi anni, perché il proliferare di dispositivi per la creazione, nonché lo sviluppo di applicazioni dedicate a piccole parti della produzione.

La tecnologia non deve dare problemi, li deve risolvere!


Nuova grafica

Ci stiamo ancora lavorando, ma si presenta bene.

La classifica della settimana dei games

La classifica della settimana dei games I giochi pi? venduti in Italia dal 1 al 7 settembre 2014 Ecco la classifica dei videogiochi pi? venduti in Italia. Minecraft la fa da padrone, mentre ? interessante segnalare la presenza in classifica di Fifa 14 quando sono oltre 11 mesi dall'uscita del gioco e la nuova versione ? imminente. Un successo incredibile.Console1 MINECRAFT PS32 TOMODACHI LIFE 3DS3 THE LAST OF US REMASTERED PS44 FIFA 14 PS35 GTA V GRAND THEFT AUTO PS36 ASSASSIN'S CREED IV BLACK FLAG PS37 CALL OF DUTY GHOSTS PS38 MINECRAFT X-BOX 3609 METRO REDUX PS410 FIFA 14 X-BOX 360PC1 THE SIMS 4 2 THE SIMS 4 COLLECTOR EDITION ?3 THE SIMS 4 PREMIUM EDITION 4 THE SIMS 3 STARTER PACK 5 WORLD OF WARCRAFT PRE PAID CARD 2 MESI 6 DIABLO III REAPER OF SOULS 7 WATCH DOGS 8 FIFA 14 9 DIABLO III 10 SIMCITY LIMITED EDITION



continua su Magotech.it

La classifica dei videogiochi della settimana

La classifica dei videogiochi della settimana I piu' venduti in Italia dal 25 al 31 agosto 2014 Come consuetudine, pubblichiamo la classifica dei videogiochi pi? venduti in Italia, dal 25 al 31 agosto 2014.In testa troviamo Metro Redux su piattaforma PS4, un gioco che ? stato apprezzato in passato rivisitato per la piattaforma Sony di nuova generazione. Resistono Tomodachi Life e Minecraft, mentre restano in classifica titoli a costo contenuto.Console1 METRO REDUX PS42 TOMODACHI LIFE 3DS3 MINECRAFT PS34 THE LAST OF US REMASTERED PS45 TALES OF XILLIA 2 DAY 1 EDITION PS36 ASSASSIN'S CREED IV BLACK FLAG PS37 GTA V GRAND THEFT AUTO PS38 CALL OF DUTY GHOSTS PS39 DIABLO III ULTIMATE EVIL EDITION PS410 FIFA 14 PS3PC1 WORLD OF WARCRAFT PRE PAID CARD 2 MESI PC2 THE SIMS 3 STARTER PACK PC3 DIABLO III REAPER OF SOULS PC4 DIABLO III PC5 FIFA 14 PC6 FOOTBALL MANAGER 2014 PC7 ASSASSIN'S CREED IV BLACK FLAG PC8 SIMCITY LIMITED EDITION PC9 GOAT SIMULATOR PC10 THE SIMS 3 REFRESH PC



continua su Magotech.it

NGM Forward 5.5, la prova

NGM Forward 5.5, la prova Prendiamo da HDBlog la prova del telefono pi? promettente NGM Forward 5.5 colpisce indubbiamente per due aspetti: lo spessore veramente da record e i materiali ottimi. NGM Forward 5.5 ? un smartphone Android caratterizzato da un ampio display Touchscreen da 5 pollici con risoluzione Full HD 1920x1080 pixel. A differenza di altri prodotti dell'azienda, lo smartphone non ha un modulo Dual SIm ma presenta solo uno slot con connettivit? HSPA+ che permette un trasferimento dati e una navigazione in internet eccellente e ovviamente non manca Wi-fi, Bluetooth 4.0 e il GPS. Nonostante lo spessore estremamente ridotto, NGM Forward 5.5 offre una fotocamera da ben 13 megapixel che permette di scattare foto di alta qualit? con una risoluzione di 4128x3096 pixel e di registrare video in fullHD alla risoluzione di 1920x1080 pixel.I materiali sono ottimi con vetro davanti e dietro e nonostante le dimensioni importanti, 145 x 70.2 x 5.5 mm, il peso ? davvero contenuto con soli 133 grammi. Ottimo l'assemblaggio e il feeling in mano con la sensazione di avere un prodotto premium e non il solito smartphone Mediatek. Il cuore del 5.5 ? infatti un MediaTek MT6592 Cortex-A7 Octa Cora a 1.7GHz con ben 2GB di RAM a disposizione.



continua su Magotech.it

I videogiochi piu' venduti questa settimana

I videogiochi piu' venduti questa settimana In Italia dal 14 al 120 luglio 2014 Non cambia molto per quanto riguarda i videogiochi pi? venduti in Italia secondo la classifica Aesvi redatta da Gfk Retail and Technology. L'unico elemento di rilievo ? l'ingresso nella classifica PC del gioco manageriale di ciclismo, sull'entusiasmo generato da Nibali al Tour de France.Console 1 MINECRAFT PS32 WATCH DOGS PS33 GTA V GRAND THEFT AUTO PS34 TOMODACHI LIFE 3DS5 ASSASSIN'S CREED IV BLACK FLAG PS36 CALL OF DUTY GHOSTS PS37 KIRBY TRIPLE DELUXE 3DS8 GRAN TURISMO 6 PS39 FIFA 14 PS310 MINECRAFT X-BOX 360PC1 WORLD OF WARCRAFT PRE PAID CARD 2 MESI 2 THE SIMS 3 STARTER PACK 3 FIFA 14 4 GOAT SIMULATOR 5 DIABLO III 6 THE SIMS 3 REFRESH 7 FOOTBALL MANAGER 2014 8 WATCH DOGS 9 DIABLO III REAPER OF SOULS 10 PRO CYCLING MANAGER STAGIONE 2014



continua su Magotech.it

Carte di Credito NFC sicure? S?, ma...

Carte di Credito NFC sicure? S?, ma... ... lo sono fino a un certo punto. E meglio su cellulare. In Italia si ? aperta una diatriba sulle Carte di Credito NFC, quelle che sono dotate di un sensore in grado di inviare i dati relativi a un pagamento a un apparecchio avvicinandosi a quest'ultimo. Ideali per pagamenti di piccole quantit?, si stanno diffondendo anche nel nostro Paese grazie all'interesse degli operatori mobili. Sono una realt? da tempo negli USA, per esempio, ma c'? persino chi sostiene che questa tecnologia sia gi? vecchia, per esempio un articolo di Forbes, e chi ultimamente sosteneva che fosse superata dai BitCoins. La tecnologia NFC, acronimo di Near Field Comunication, permette di mettere in comunicazione due elementi tra di loro e scambiarsi dei dati semplicemente avvicinandoli. Non ? una tecnologia recente, gi? nel 2005, quasi 10 anni fa, esistevano alcuni cellulari che la implementavano. Una tecnologia che si sta diffondendo a rilento sui terminali mobili (tutte le maggiori aziende con l'esclusione di Apple), su alcuni dispositivi elettronici e sulle Carte di Credito.Un articolo redatto da Reporter sul Corriere.it dimostrerebbe come sarebbe facile prelevare i dati proprio delle Carte di Credito, il?dato sensibile per eccellenza,?per utilizzarli, per esempio, per effettuare acquisti su Amazon. Nel dubbio, questo articolo l'abbiamo correlato con un video che ? su Youtube da oltre un anno (ma ce ne sono anche altri)?che dimostra come sia possibile estrarre dati da una Carta di Credito NFC utilizzando uno smartphone, senza quindi andare a prendere un PC, un lettore di dati NFC e parlare di software Open Source. Lasciamo anche il link a un'app che legge i dati, liberamente scaricabile dallo store ufficiale di Google.Se per? si parla di sicurezza, va bene spaventare le persone per sensibilizzarle su un problema che realmente esiste, ma sarebbe altrettanto corretto fare qualche considerazione su come difendersi da questo genere di vulnerabilit?.Partiamo dal primo punto: l'emissione ? a qualche centimetro di distanza, quasi a contatto. Se ? vero che la Carta di Credito ? in una borsa o nel portafoglio, il rischio che i dati vengano sottratti fraudolentemente viene minimizzato dalle dimensioni della borsa nel caso delle donne, o dal portare il portafoglio separato da altri indumenti, come una giacca, per i maschi.In secondo luogo esistono applicazioni per gli SmartPhone dotati di NFC gestiti dagli operatori (Tim e addirittura Vodafone che ha nella propria offerta una Carta di Credito NFC), che memorizzano i dati della Carta di Credito e quindi trasformano il terminale in uno strumento di pagamento. Ebbene, il vantaggio di questi telefoni ? la possibilit? di spegnere la connessione NFC esattamente come si fa con il Wifi o la rete cellulare. Questo semplice accorgimento permette di alzare il livello di sicurezza praticamente al massimo, rendendo i dati illeggibili.Fare sensazione, ripetiamo, ? utile per fare cultura in un mondo, quello della tecnologia, costellato di falsi miti, ma si ha anche l'obbligo, anche morale se si fa giornalismo, di raccontare i rimedi, soprattutto se si contattano degli esperti riconosciuti?di sicurezza informatica.?Il rischio, altrimenti, ? di avere un retro pensiero relativo a interessi di chi la tecnologia NFC non la offre ai propri clienti che risulta antipatico, anche se siamo certi che in questo caso non ? cos?. Il futuro non si pu? fermare e pu? darsi che la tecnologia NFC non si diffonda, visto che per il momento stiamo parlando di una percentuale di adozione vicina allo zero e che autorevoli articolisti la considerano finita.Ultimo appunto: la tecnologia NFC non ? utile solo per i pagamenti, pu? accoppiare due terminali per il trasferimento di dati e molto altro. E' un po' come se si parlasse del Bluetooth solo per usare gli auricolari: esistono delle Killer Application, delle funzionalit? vincenti, ma possono fare molto di pi?.



continua su Magotech.it

I videogiochi piu' venduti questa settimana

I videogiochi piu' venduti questa settimana La classifica italiana dei giochi pi? acquistati La classifica dei videogiochi pi? venduti in Italia nella settimana che va dal 7 al 13 luglio realizzata da GfK Retail and Technology per Aesvi vede in testa ancora Minecraft, ma Watch Dog continua ad essere il titolo pi? gettonato in questo periodo per quanto riguarda le console. Sempre in relazione a quest'ultime, dalla classifica di vendite dei titoli emerge con chiarezza che sia PS4 sia Xbox One non hanno ancora "bucato" i consumatori, tanto che nessun titolo nella Top 10 ? relativo a una Next Gen.Su PC, World of Warcraft prosegue imperterrito a mietere successi e in questo caso non si tratta del solo mercato italiano.Console1 MINECRAFT PS32 WATCH DOGS PS33 YU-GI-OH! ZEXAL WORLD DUEL CARNIVAL 3DS4 GTA V GRAND THEFT AUTO PS35 ASSASSIN'S CREED IV BLACK FLAG PS36 INAZUMA ELEVEN GO OMBRA 3DS7 KIRBY TRIPLE DELUXE 3DS8 CALL OF DUTY GHOSTS PS39 FIFA 14 PS310 TOMODACHI LIFE 3DSPC1 WORLD OF WARCRAFT PRE PAID CARD 2 MESI 2 GOAT SIMULATOR 3 THE SIMS 3 STARTER PACK4 THE SIMS 3 REFRESH5 DIABLO III 6 DIABLO III REAPER OF SOULS 7 FOOTBALL MANAGER 2014 8 WORLD OF WARCRAFT 5.0 9 FIFA 14 10 X-PLANE 8 PREMIUM



continua su Magotech.it

Elementare Sir(i) Watson

Elementare Sir(i) Watson Cosa bolle in pentola tra IBM e Apple Siri ? l'applicazione per "parlare" con i terminali Apple.Watson ? la tecnologia per il riconoscimento vocale (e molto di pi?, ma semplifichiamo) di IBM.Tra le pieghe dell'accordo tra le due societ? ci sarebbe anche l'integrazione dei due servizi.Riprendiamo queste dichiarazioni di IBM:.Un computer che comprende e risponde al linguaggio umano, che cambier? le modalit? d'interazione con le macchine. Watson, il sistema IBM progettato per partecipare a Jeopardy!, rappresenta una straordinaria evoluzione nell'analitica e nell'elaborazione della lingua umana. Watson ha sfidato due dei pi? brillanti campioni di ?Jeopardy!? - Ken Jennings e Brad Rutter ? e ha vinto nella gara trasmessa per tre sere consecutive, a partire dal 14 febbraio 2011 su US TV.Si capisce subito che una tecnologia simile e un servizio gi? di per se efficace, per non dire efficiente come Siri, si crea un qualcosa di davvero dirompente per il mercato dell'informatica e del business.Le aziende, quindi, potrebbero andare molto lontano mettendosi insieme. Google, Microsoft, Samsung e Intel permettendo.



continua su Magotech.it