venerdì 30 maggio 2003

Peer 2 Peer: indagini su 3000 utenti

Pare che sia in corso un'indagine su oltre 3000 utenti che attraverso i vari strumenti che internet mette a disposizione scaricano file multimediali e li rendono disponibili ad altri. C'è un problema: se lo scaricamento di file è la killer application della banda larga, cosa ne penseranno i vari provider?
Un bel dilemma si sta ponendo, ma come abbiamo sempre detto, la situazione non era più sostenibile.
Windows 2003 server: prime impressioni

Ho installato 2003 server da dieci giorni e ora posso iniziare a trarre delle considerazioni. Le prestazioni sono migliorate visibilmente come risposta ai messaggi inviati, sebbene sia difficile effettuare dei calcoli e non avendo fatto dei benchmark precedentemente. Comunque la velocità è superiore.
Il sistema è stabile, non ho mai riavviato e non ha mai avuto dei crash.
Si installa facilmente e il server web è on line dopo averlo facilmente configurato.
Tutto è stato semplificato davvero bene per rendere il sistema adatto a tutti gli utenti.
Il sistema mi sembra più sicuro e le active directory sono state migliorate.
Pronto a raccogliere smentite... ma non credo che ce ne possano essere. Il fatto è che la famiglia 2000 aveva in Linux una valida alternativa. Oggi, dovendo migrare da 2000 e mettendo sulla bilancia l'upgrade a 2003 o configurare un sistema con Linux bisogna iniziare a fare dei bei calcoli per comprendere a chi e quanto conviene l'uno o l'altro.

giovedì 29 maggio 2003

Farsi rimborsare Windows

Sta diventando un tormentone. Negli States è possibile farsi rimborsare da Microsoft Windows preinstallato nei PC se si decide di non usarlo installando, ad esempio, Linux.
A parte il fatto che gli interessati non sono certo tantissimi, abbiamo chiesto in Microsoft e scoperto che anche da noi è possibile.
Dal negoziante è necessario chiedere che non venga attivata la versione di Windows. Su di un portatile significa fare togliere la licenza d'uso che è stata attaccata sul fondo del pc, mentre per un desktop significa togliere la licenza dai manuali. Per fare questo, il negoziante ha la "scocciatura" di dover informare e farsi autorizzare dal produttore, e questo richiede sempre del tempo. Un acquisto quindiche deve essere effettuato in due tempi: scelgo il PC e quindi decido cosa togliere.
Economicamente non si risparmia l'intero ammontare della licenza ma una parte della stessa: circa 45 euro per Windows Xp Home e 55 per La versione Professional (indicativamente) e sui 50 euro per Works con Word installato.
Ma ci sono dei ma: il primo è che molti notebook hanno un cd di ripristino solo con Windows. Molti altri non hanno driver per Linux. E il fondo del PC, togliendo l'etichetta di Windows, si rovina. Alla fine, è un'operazione da esperti...
C'è un altro fatto da tenere presente: le catene d'informatica queste pratiche le fanno eprchè hanno cura del cliente e su grandi numeri non fa molta differenza una licenza in più o in meno nel fatturato. Per i rivenditori piccoli, che magari hanno difficoltà a contattare i distributori e i produttori, si tratta di una grana più che di una scocciatura. A quel punto, conviene puntare su quelli che una volta venivano chamati cloni e farseli configurare come si vuole. Insomma, il rimborso di Windows lascia il tempo che trova.
Provini e foto digitale

Riflettevo su uno dei cosiddetti punti di forza della foto digitale rispetto a quella chimica tradizionale. La possibilità di scattare a piacere, sapendo che poi si stamperanno solo le foto migliori, con un sensibile risparmio. Questo però è quanto i negozi di fotografia e una certa diffusa disinformazione, per chiari motivi, ci fanno credere.
Da sempre, è possibile richiedere ad un negozio di sviluppare il negativo (nel senso letterale di "ricavare il negativo dalla pellicola", senza ciooè stampa su carta) ed eseguire un provino, ovvero una stampa a contatto. Attualmente, molti negozi lo fanno "in automatico", proprio per combattare la perdita di interesse dei clienti della foto tradizionale rispetto a quella digitale. La stampa a contatto è usata da sempre per le foto di matrimonio, quando tra centinaia di scatti occorre sceglierne solo qualche decina. In questo modo, a fronte di una spesa contenutissima (una stampa), potremo scegliere quali foto stampare su carta, esattamente come per il digitale. Inoltre, avremo una foto che in un colpo d'occhio ci fa vedere tutti gli scatti di una pellicola, senza dovere guardare in controluce strisce e strisce di negativi per cercare quanto ci interessa ristampare tra vecchie foto.
Se i negozi fotolab avessero abituato (o meglio "educato") i clienti a questo sistema, avrebbero sicuramente perso quattrini rispetto alla stampa "brutale" di tutte le 24 o 36 foto, belle o brutte. Ma ora non si considerebbe concreto un inesistente vantaggio della foto digitale.
Certo, l'unica obiezione è che gli scatti sprecano comunque pellicola chimica, mentre una memory card si può svuotare anche subito dagli scatti scadenti. Ma il vantaggio del digitale sul chimico rimane così spostato solo sul piano economico, non funzionale. E allora, come non ricordare quanto costa, tra carta speciale e inchiostri ink jet, stampare in casa dal digitale...
Segnalo un blog

Vista la giornata, questo e' il blog piu' adatto.
Aggiornamento critico di Windows

Risolti due nuovi bug di sicurezza: fate Windows Update.

mercoledì 28 maggio 2003

Psx: il successore di Ps2

Come sempre arriviamo prima di tutti. Psx è il nome della prossima PlayStation, che avrà l'Emotion Engine di Ps2, un disco da 120GB hard drive, sintonizzatore TV,scheda di rete, porta USB 2.0 e le famose Memory Stick di Sony. In pratica, come ha detto Kutaragi, Ceo di Sony, sarà il ponte tecnologico per le prossime generazioni. Giappone in delirio immediato con l'uscita prevista per questo natale, In Europa il prossimo anno. Ps3 arriverà, tutto confermato, nel 2005.

Sempre su Playstation, c'è una notizia curiosa: è stato realizzato un supercomputer con Linux partendo da 70 Playstation2. A realizzare il progetto è stato niente-po-po-di-meno-che il National Center for Supercomputing Applications, conosciuto come NCSA.

Sap punta anche su MySql per le piccole aziende

MySql è il sistema per la ricerca di dati su database gratuito e diffusissimo in ambienti sia Windows che Linux con server Apache. Sap è azienda che da sempre è attenta alle soluzioni aziendali e offre una serie infinita di strumenti per la produttività, ricerche, business intelligence ecc.
Ora sembra che Sap stia pensando seriamente a questo strumento Open Source per aggredire il mercato delle piccole e medie imprese, che sono poi un'infinità in Italia. Mi sembra una operazione degna di menzione e di lode.
Attenti alle false e-mail firmate Microsoft

Prendiamo spunto da alcuni messaggi che attenti lettori di questo blog mi hanno girato.
Girano e-mail apparentemente inviate da info@microsoft.it con oggetto: "Comunicato Microsoft", che segnalano presunti problemi di alcuni noti motori di ricerca.
Microsoft è totalmente estranea a questi messaggi.
Microsoft pone da sempre grande attenzione ai problemi di sicurezza e di privacy, ed è costantemente impegnata nello sviluppo di software per internet che garantisca lo scambio di informazioni in modo sicuro e protetto.

Questo è il link: http://www.microsoft.com/italy/misc/mail_hoax2.asp.
Cto ancora sospesa

La vicenda del titolo Cto inizia ad infittirsi: il titolo è ancora sospeso e l'azienda non comunica. Chi ha il titolo in mano trema. E trema Consob.
Importante upgrade per XP

Segnalo l'upgrade a Xp e quindi il consiglio di installarlo rapidamente.
Office Xp ancora più conveniente

Voci di corridoio segnalano un ulteriore abbassamento del prezzo di Office Xp. Sebbene la nuova edizione (2003) è in ritardo nell'uscita, Microsoft sembra intenzionata a favorire il passaggio a qust'ultima offrendo la versione Xp a prezzo più basso e quindi sperando nell'upgrade ad un prezzo vantaggioso. Nelgi Stati Uniti la versione standard di Xp costerà 399 dollari mentre le singole applicazioni costeranno 229 dollari contro i 339 attuali.
Ricordiamo che pe chi ha uno studente in casi, di qualsiasi grado, l'offerta Licenza Studente è in assoluto la più vantaggiosa, e si ha l'opportunità di imparare ad usare i prodotti standard di mercato.

martedì 27 maggio 2003

Stop al 709

Da oggi, gratuitamente, è possibile disabilitare le chiamate ai numeri che iniziano con 709, come per gli 166 e 144.
LinuxTag contro Sco

Questa della paternità di Linux sta diventando una telenovela: non solo Sco contro IBM con l'aiuto (esterno) di Microsoft, ma adesso alcune comnuità Linux sono contro Sco. LinuxTag è la più importante manifestazione Linux europea, e si effettua a Karlsruhe (si scrive così?) e ha deciso di citare Sco perchè sostengono di avere le prove che l'azione intentata per impossessarsi dei diritti di Linux non ha senso. Un link in tedesco qui.
Mi aggiungo alla polemica: ormai tutti sanno che sono un windowsista (un termine allucinante) che ama esplorare altri mondi. Ebbene, qualche anno fa (un paio di generazioni tecnologiche fa) usavo un sistema operativo simile a Unix che si chiamava Minix, stava su floppy e si usava su Commodore Amiga. Ho fatto un esame in università con quel sistema operativo e compilando il codice poi nei sistemi più veloci e realmente HP-UX (era il sistema in voga all'ora) potendo programmare molto più tempo di quanto destinato all'uso dei laboratori. Linus Torvald si è ispirato a questo progetto per creare Linux. Se di proprietà intellettuale si tratta, credo che Ibm deve portare tutti i dati. Se volessero, io sono a disposizione.
Storie di Hacker italiani a San Marino

Poniamo l'accento sull'intrusione su due server e siti avvenuta qualche giorno fa da due hacker (uno minorenne) e che cosa è successo.
Mad4Games per oltre 20 giorni, Intelcom S.p.a. e Seabone.net sono state attaccate con punte di traffico che hanno raggiunto anche i 300 mbit al secondo! Un hacker ha fatto tutto questo per odio che provava per il sito. Il secondo è colui che ha materialmente fornito al primo i mezzi per poter attaccare.
Entrambi sono in guai seri, perché i reati contestati al momento sono: intrusione informatica, interruzione di Pubblico servizio, detenzione di codici atti alla violazione di reti informatiche, continuazione del reato e sono al vaglio altri capi d'accusa.Insomma, rischiano per i soli reati finora contestati una pena massima di 31 anni di galera e naturalmente una richiesta di risarcimento danni, che ne metterà in ginocchio le rispettive famiglie. Una mazzata.
Spero che questo messaggio faccia meditare.
Partono le olimpiadi dei videogame 2003

Sabato 31 maggio a Milano (Palazzina Liberty in Largo Marinai d'Italia) si svolgerà l'opening event di questa edizione dei World Cyber Games! Dalle 13.00 fino alle 22.00 si potrà assistere e partecipare gratuitamente ai tornei ironman che verranno organizzati. Saranno presenti 20 PC e 6 Xbox con tutti i giochi selezionati quest'anno (Counter-Strike, Warcraft 3, Age of Mythology, UT 2003, Brood War, Halo e FIFA 2003). Per maggiori informazioni cliccate qui.
Link per iscriversi.

lunedì 26 maggio 2003

Windows 2003 e i backup

Sistema operativo nuovo, problemi vecchi. Pare che in Microsoft siano parecchio impegnati a risolvere il problema dei backup che non vengono letti da Windows 2000 e rende il sistema funzionante se ogni server ha installato Windows 2003 server. Inoltre, il problema rallenterebbe il passaggio da 2000 a 2003, perchè non sarebbe possibile tarnare indietro dopo le prove di resistenza del nuovo sistema operativo. Un problema grande come una casa, che verrà risolto, speriamo, in tempo brevi.
AntiSpam

Al fine di agevolare l'attenzione allo spamming, pubblico il decalogo antispam pubblicato sul sito perche' contiene i consigli di base per porsi al riparo dalle forme di spamming piu' comuni.
http://212.239.27.253/~yahoo/antispam/antispam.php
1. Cercare di limitare al massimo la diffusione del proprio indirizzo e-mail sul Web. Non utilizzarlo per scrivere sui Newsgroup (cioè sui gruppi di discussione usenet, vedi http://www.news.nic.it/news-it/faq.html) o inserendolo nel proprio sito Internet: gli spammer (chi invia il cosiddetto spam, cioè la posta indesiderata) utilizzano degli appositi programmi che girano per la Rete alla ricerca di indirizzi validi.
2. Utilizzare i filtri per eliminare la posta indesiderata. Se si utilizza un client di posta sul PC (quindi un programma come Outlook Express o Eudora), ricordarsi di impostare i filtri in modo da convogliare lo spam verso una cartella apposita o verso il cestino. Se si utilizza una web-mail (una casella e-mail consultabile attraverso il programma che si utilizza normalmente per accedere ad Internet, il cosiddetto browser), sceglierne una che abbia funzioni anti spam (come lo SpamGuard di Yahoo! Mail, per esempio).
3. Utilizzare software appositi per il monitoraggio e l’eliminazione dello spam. Esistono alcuni programmi in grado di tenere sotto controllo la posta indesiderata. Alcuni sono prodotti commerciali (scaricabili a pagamento da Internet o acquistabili presso i negozi di informatica), altri sono shareware o freeware, come Spam Spade for Windows, Mailwasher o l’italianissimo Spam Terminator.
4. Non rispondere mai alle mail degli spammer, nemmeno per rimuovere il proprio nominativo dalla loro lista. Spesso, nelle mail di spam, si leggono frasi tipo “Se non vuoi ricevere più le nostre proposte, invia una mail a…”, in questo modo lo spammer desidera solo avere conferma che l’indirizzo a cui ha inviato la mail sia valido. La migliore arma è quella di non rispondere, anche se volete solo inviare insulti allo scocciatore.
5. Mantenere disattivata l’anteprima nel programma di posta elettronica. Una mail in HTML potrebbe contenere del codice in grado di inviare il vostro indirizzo e-mail al mittente. Mantenere attiva l’anteprima di Outlook Express (o di qualsiasi client di posta voi utilizziate) permetterà di poter eliminare il messaggio senza aprirlo, in modo da essere sicuri di non fare il gioco dello spammer. Per eliminare l’anteprima su Outlook Express selezionare “Visualizza” sulla barra in alto, scegliere “Layout” e deselezionare la casella “Visualizza riquadro di anteprima”.
6. Individuare il mittente attraverso gli “header” della mail. Un’operazione un po’ complicata ma sicuramente efficace è quella di ottenere dalla mail stessa alcune informazioni utili per mezzo dei cosiddetti header, una serie di riferimenti nascosti presenti in ogni mail. In tal modo si potrà essere in grado di rintracciare il mittente dello spam. Un ottimo sito da cui attingere consigli in tal senso è http://www.collinelli.net/antispam/
7. Denuciare lo spammer al suo provider. Una volta identificato lo spammer, denunciare l’abuso al relativo provider (cioè colui che gli fornisce l’accesso e i servizi Internet) in modo da permettergli di prendere i provvedimenti necessari.
8. Evitare di farsi coinvolgere nelle cosiddette “Catene di S. Antonio”. Non rispondere a quelle mail che contengono frasi tipo “Manda a 5 persone questa mail…” o “Manda questo messaggio a tutti i tuoi amici…”, neanche se descrivono casi disperati di gente in fin di vita che vuole “…entrare nel guinnes dei primati per e-mail ricevute prima di morire”: in genere queste storie strazianti sono create ad hoc per ottenere una risposta ed accrescere il proprio database di indirizzi.
9. Avvisare il Garante della Privacy. Le leggi italiane in fatto di posta indesiderata sono chiare: lo spam è un abuso e come tale va punito. Esistono in Rete risorse specifiche sull’argomento (ad es. http://www.maxkava.com/spam/spam_201.htm) che potranno aiutarvi a colpire duramente gli spammer più insidiosi.
10. Consultare spesso i siti specifici. Internet è in continua evoluzione, così come i trucchi utilizzati dagli spammer per incrementare i propri loschi affari. Se volete essere sempre informati sulle ultime novità in fatto di spam, riportiamo di seguito alcuni siti di sicuro interesse.
Cto non distribuirà più Electronic Arts

La notizia si commenta da sola. Il più grande produttore di Games cambierà casacca per la distribuzione in Italia. Il titolo CTO al nuovo mercato è sospeso.
A cosa sto giocando?

Mi sto mettendo in pari con la lettura dei vostri messaggi, che come sapete spesso non ho tempo di leggere e si accumulano vorticosamente. Siccome siete molto interessati a sapere a che cosa sto giocando in questo periodo, vi accontento subito. Premesso che sono usciti alcuni giochi interessanti, sia per PC che per le console, io ho indirizzato i miei interessi a questi tre:
GTA Vice City per PC (l'avevo snobbato per Ps2)
MotoGp3 per Ps2
Impossible Creature per PC.

Enter the Matrix è nel limbo.

venerdì 23 maggio 2003

Hp: uno più uno fa già due

Con un po' di sconcerto, ho visto i dati di mercato di Hp: dopo la fusione acquisto di Compaq e una serie di incertezze, l'azienda, almeno in Italia ha recuperato la quota di mercato e in effetti 1+1 fa due. Alla faccia di chi diceva che approfittava della situazione e che 1+1 poteva fare solo 1 e forse meno.

giovedì 22 maggio 2003

Lotta allo spamming

Mister Reset partecipa alla giornata europea contro lo spamming anche se non ne condivide completamente il senso, ma per responsabilità.
Lo spamming è definito come la ricezione di messaggi di posta indesiderata. Una violazione della privacy? Non voglio entrare in polemica perchè non è il caso. Voglio solo dire che iniziano ad esserci strumenti gratuiti per evitare di ricevere messaggi commerciali indesiderati, ma che il ritorno commerciale di tale messaggi è del 4%, una quantità di gran lunga superiore ai risultati ottenuti dai siti di commercio elettronico.
Sinceramente dubito di questi dati, ma se fossero reali questi signori avrebbe i soldi per contrastare le campagne antispamming e questo mi spinge ad abbracciare totalmente la causa di Yahoo!
Vi invito poi ad ascoltare il brano di Elio e le Storie Tese sullo spamming reperibile a questo link: antispam.yahoo.it

Sul sito sono reperibili molte informazioni sullo spamming, oltre ai giochi, e una petizione virtuale dove inserire la propria firma. Attualmente le firme sono 8041!
165 milioni di PC hanno più di tre anni

Questo è quanto emerge da una ricerca a livello mondiale. Vuol dire che sono PC utilizzabili ma decisamente poco produttivi. A questo mercato si riferiscono tutti i grandi costruttori, per offrire competività principalmente alle aziende. Chi gioca, invece, ha un PC non più vecchio di 10 mesi di media, e solo 12 di quei milioni appartiene al mercato di chi dice di usare il PC per giocare. Insomma, a casa abbiamo un PC più potente che in ufficio.
Comunque, cosa si legge da questo dato? che il mercato dei PC deve, per forza riprendersi: se si ricercano prestazioni, sistemi operativi sempre più potenti, bisogna aggiornare i PC. C'è una luce in questo momento di crisi economica.

mercoledì 21 maggio 2003

Novità Intel

Tre nuovi processori Pentium 4 e tre nuovi chipset per il mercato consumer di mainstream e corporate da Intel.
I tre nuovi processori sono siglati 2.80C, 2.60C e 2.40C, con tecnologia Hyper Threading ed un prezzo particolarmente aggressivo (278 dollari per il più veloce, 178 per il più lento, per quantità di mille pezzi)
Il primo chipset, chiamato Santa Clara, è studiato ovviamente per i Pentium 4, supporta la nuova tecnologia Hyper Threading (che simula la presenza di più unità di calcolo con un solo processore) e un nuovo bus a 800 MHz.
Il secondo chipset, chiamato Springdale o 865, si divide in 865G, 865PE, 865P (chiamato Canterwood) supporta i bus di sistema più lenti, a 400 Mhz e 533 Mhz.
La serie Springdale supporta memorie DDR 400 a doppio canale, AGP 8X per la scheda video e un supporto interno per controller Serial ATA/RAID che aumenta le prestazioni per schede di rete Ethernet da 1 Gbyte.
Completa il quadro delle nuove offerte una serie di cinque nuove mainboard: D865PERC, D865PERL e D865GBF per desktop e D865PESO e D865GLC in formato micro ATX. Alcuni grossi produttori americani, come Gateway, Dell e IBM hanno già annunziato sistemi completi con le nuove schede madri, chipset e processori.
Amiga risorge

Con piacere, pubblico questo messaggio!
Amiga Alpe Adria 2003
Amiga Alpe Adria 2003, che si terrà a Udine sabato 5 luglio, si propone come punto di incontro tra appassionati di diverse regioni d'Europa, che potranno scambiare idee e toccare con mano il passato e alcuni dei futuri possibili di Amiga. Verranno tra gli altri presentati i nuovi Amiga OS 4.0 su hardware PowerPC AmigaOne (manifestazione ufficiale "Amiga OS 4.0 on Tour"), il sistema operativo MorphOS su hardware PowerPC Pegasos e il sistema riconfigurabile C-One (compatibile Commodore 64 e altri computer 8 bit), in parte dagli stessi sviluppatori.
L'evento è organizzato da Cloanto Italia srl che sarà presente anche con alcuni degli autori di Personal Paint, C1-Text e Amiga Forever e una collezione di computer alternativi e storici che comprende pezzi rarissimi. Tra gli amighisti italiani che hanno subito confermato il proprio interesse a partecipare vi sono Sergio Ruocco, Paolo Canali, Paolo D'Urso, Virtual Works e Soft3, mentre da oltre confine sono già giunte numerose conferme da Austria, Slovenia, Croazia, Germania e Gran Bretagna.
L'evento avrà luogo in Via Ippolito Nievo 16, a meno di 500 metri dalla stazione ferroviaria, a mezz'ora di macchina dall'aeroporto del Friuli-Venezia Giulia (un'ora dagli aeroporti di Venezia e Treviso). Le porte si apriranno alle 09:00.
La partecipazione è gratuita sia per visitatori che per espositori. Sabato sera si terrà inoltre una cena ufficiale, mentre per domenica e lunedì sono previste escursioni nel centro storico e in vicine località turistiche. Per motivi di organizzazione e assicurazione è gradita una conferma via email (aaa2003@cloanto.com, specificando se con cena o senza cena). Ulteriori informazioni e aggiornamenti saranno a disposizione su http://www.aaa2003.org.

martedì 20 maggio 2003

Nuovo virus molto pericoloso

Si chiama tecnicamente W32.HLLW.Mankx@mm, e rappresenta una minaccia ibrida (blended threat) perchè è un mass-mailing worm che si diffonde attraverso liste di indirizzi e-mail e reti aziendali. Peculiarità: si diffonde tramite la semplice pressione di un tasto, introducendosi abusivamente nei programmi e tentando di bloccare/disattivare gli antivirus e i programmi di firewall. Il virus, come moda di questoperiodo, utilizza un proprio engine STMP per autotrasmettersi via email a tutti i contatti identificati nei file contrassegnati dalle seguenti estensioni: .wab, .dbx, .htm, .html, .eml, .txt; mentre il messaggio email sembra provenire dall'indirizzo support@microsoft.com.
Ecco i consigli di Symantec, presi dal loro sito...

Disattivare e rimuovere tutti i servizi non strettamente necessari. Per default, molti sistemi operativi installano servizi d'importanza non critica quali server FTP, telnet e server Web. Questi servizi rappresentano possibili canali per tentativi di attacco. Una volta rimossi, i punti da difendere risultano ridotti così come i servizi da mantenere attraverso le relative patch.

All'insorgere dell'infezione in uno o più servizi di rete, disabilitare o impedire l'accesso a tali servizi fino all'implementazione dell'apposita patch.

Mantenere sempre aggiornate le patch di sistema, specialmente sui computer che gestiscono servizi aperti al pubblico e sono quindi accessibili attraverso il firewall, quali i servizi HTTP, FTP, mail e DNS.

Applicare una policy per le password. Password complesse rendono più difficile violare i relativi file sui computer compromessi. In questo modo è più facile prevenire o limitare i danni in caso di attacco.

Configurare il server email in modo da bloccare o rimuovere i messaggi contenenti i tipi di allegati utilizzati comunemente per diffondere i virus: .vbs, .bat, .exe, .pif e .scr.

Isolare rapidamente i computer infetti per prevenire la diffusione del contagio. Eseguire un'analisi accurata e ripristinare i computer utilizzando supporti (CD-ROM ecc.) sicuri.

Addestrare il personale a non aprire gli allegati sconosciuti e a non lanciare programmi software scaricati da Internet fino a quando non ne sia stata completata la scansione alla ricerca di eventuali virus. Qualora le vulnerabilità di certi browser non siano state eliminate attraverso l'applicazione di apposite patch, la semplice visita di un sito Web compromesso può infatti essere sufficiente per scatenare un'infezione.


E’ possibile utilizzare il tool creato appositamente dal Symantec Security Response e disponibile al link href="http://securityresponse.symantec.com/avcenter/venc/data/w32.hllw.mankx.removal.tool.htmloppure rimuovere manualmente il worm attraverso l’aggiornamento delle definizioni dei virus.
Il dvd a tempo della Disney...

Mi avete tirato in ballo, allora ballo. L'azienda di Topolino ha realmente intenzione di mettere sul mercato un prodotto che tecnicamente, dopo due giorni (circa) che è stato aperto diventa illeggibile a qualsiasi lettore. Non capisco quale sia la trovata geniale, ma mi adeguo. Tanto vale che vado a prendere la cassetta o il Dvd a noleggio dal mio Blockbuster di fiducia. Se acquisto un prodotto che devo buttare via dopo che l'ho visto, e lo fanno tutti, avremo discariche piene di prodotti (si spera per l'economia di Paperone e della Banda Bassotti). Vergogna: invece di combattere la pirateria, volete sempre di più! Facendoci pagare anche un prezzo ecologico...
La via è la rete: investite in sistemi sicuri.

lunedì 19 maggio 2003

Microsoft più furba dei politici della prima repubblica

C è una voce insistente che dice che Microsoft starebbe trattando con Sco per l'acquisto di una parte del codice Unix che starebbe alla base di Linux. Con un duplice scopo: copiare Linux e legittimare la battaglia dell'azienda contro chi sfrutta Linux commercialmente. A me se mbra, più semplicemente, che Microsoft intenda finanziare la battaglia legale di Sco e ha trovato un sistema legale per farlo.
Bill Gates e Steve Ballmer sono più furbi dei nostri politici della prima repubblica.

sabato 17 maggio 2003

Tutela dei minori

In autunno sarà pronto un altro codice di tutela dei minori specifico su Internet che ormai è una giungla è la dichiarazione del presidente della Commissione assetto radiotelevisivo e consigliere del ministro Gasparri, Baldoni.
Codici di autoregolamentazione, sanzioni e fasce protette non sono sufficienti a tutelare i minori da violenza e trivialità veicolate dai media. Le famiglie devono vigilare sull'uso di tv e Internet da parte dei figli.
Non è che legge questo blog?

venerdì 16 maggio 2003

Microsoft e i fondi per batttere Linux

Leggo con stupore quanto è stampato sull'Herald Tribune: il manager di Microsoft, con l'incarico di sales executive, Orlando Ayala, ha mandato un'email in cui autorizzava l'uso di fondi speciali per vincere la battaglia con Linux. Lascio una frase emblematica in inglese: "Under NO circumstance lose against Linux", non dobbiamo perdere in nessun modo suonerebbe nella lingua di Manzoni.
Se questa frase è sibillina e inquitante perchè ora Microsoft deve dimostrare di essere leale con i propri concorrenti, è inquietante la pletora di commenti da parte dell'azienda. Uno su tutti "the issues raised in the [IHT] story touch programs that the company has adopted to make technology available to customers at low prices."
Ma come, il prezzo dei prodotti era giustificato dagli investimenti (anche se ormai era diffuso su larghissima scala) e oggi può essere uno parametro concorrenziale?
La cosa stupefacente di tutta la vicenda è che Microsoft invece di combattere sul piano delle innovazioni e delle tecnologie un avversario che non è (ancora) strutturato e legato a standard, voglia rendersi antipatica e ridicola di fronte alla comunità IT. E' una strategia insopportabile, perchè Microsoft certamente ha sfruttato economicamente i programmi che creava, ma ci ha permesso di lavorare e di prosperare. Il mondo dell'economia va a onde e l'informatica non rinuncia a questa regola: c'è stata l'epoca di Ibm, c'è l'epoca di Microsoft, ci sarà qualche altra epoca. L'importante è gestire il declino, se poi declino ci sarà.
Io ho i miei dubbi, perchè Microsoft è forte e investe moltissimo in ricerca e sviluppo, per cui il futuro, almeno i prossimi cinque anni sicuramente, saranno di Bill Gates. Però noto che spende troppo tempo cercando idee ambiziose e si fa bagnare il naso da chi ha idee anche ritrite ma applicate bene. Apple e la musica sono un esempio lampante sotto gli occhi di tutti e soprattutto di chi ha un'archittettura e una struttura tecnologica per fare questo come Microsoft Media.

mercoledì 14 maggio 2003

La console portatile di Sony

La Playstation avrà, alla fine del prossimo anno, una sorellina portatile. Si chiamerà Psp, sarà un lettore Dvd portatile e un player PS2.
La killer application del divertimento!

martedì 13 maggio 2003

Msn Messenger 6 in arrivo

La nuova versione di Messenger di Microsoft offre una serie di funzionalità in più. Finalmente la gestione della webcam sarà integrata e non da scaricare a parte.
Ma la novità più consistente è l'integrazione di un canale radiofonico MSN Radio Plus and Mobile Plus, al costo di 5 dollari al mese o 30 all'anno (più tasse).
Mahh.
Omnitel al capolinea

Solo Vodafone nel nome e marchi dell'azienda. Addio Omnitel Pronto Italia.

Ps Il nome faceva effettivamente ridere...
Xbox Music Mixer

Per tutti coloro che non mi credevano quando dicevo che se Microsoft vuole vincere la battaglia con Palystation doveva attirare programmi non giochi nella console (e hanno creduto a tutti quei messaggi dell'azienda che dicevano che Xbox serve solo per giocare), arriva Xbox Music Mixer.
Cos'è? E' il servizio per ascoltare la musica e vedere delle immagini su Xbox.
Ovviamente la funzione di rippare una canzone da Cd e salvarla sul disco fisso è presente: alla faccia delle leggi sul diritto d'autore!
Il virus Fizzer si sta diffondendo rapidamente

Un nuovo virus si sta rapidamente diffondendo via email: si tratta di Fizzer, che ha la peculiarità di adottare una tecnica per aggirare gli antivirus. Infatti, contiene al suo interno un piccolo server Smtp per inviare i messaggi e quindi diffondersi. I danni che provoca sono notevoli: inserisce un troiano nel sistema per carpire password e numeri di carte di credito!
Il messaggio di posta con il virus contiene:
initbak.dat, iservc.exe, progop.exe e iservc.dll.
Molti antivirus sono aggiornati per scovarlo. Fate l'update immediatamente.
Athlon XP 3200+: l'inizio della fine

Oggi viene rilasciato il microprocessore Athlon 3200+, l'ultimo della fortunatissima serie Athlon di Amd.
Il passaggio è generazionale e, devo ammetterlo, mette malinconia. Athlon ha rappresentato la ventata nuova nel mondo dei processori, prezzi modici e prestazioni elevate. Giusto per spiegare le prestazioni, Intel è costretta (tra breve) a passare a un bus dati (quello che potremmo definire il tubo dove devono passare i dati per andare dalla ram alla Cpu) a 800 MHz, molto dispendioso in termini di consumo elettrico e di calore, contro i 400 MHz di Amd.
Si passerà da Athlon Xp a Athlon 64, il processore a 64 bit che sarà perfettamente compatibile con tutte le applicazione a 32 bit. Dal 99 ne ha fatta di strada, e ha ne ha mangiata di torta del Pentium...

sabato 10 maggio 2003

Se usi il tasto destro del mouse occupi il 100% della CPU

Un sacco di gente si è accorta che se clicchi, con explorer, con il tasto destro del mouse, occupi tutta la CPU. O meglio, blocchi le altre operazioni.
L'avevamo detto a settembre e in Microsoft se ne sono accorti, a quanto pare, adesso. Comunque non mi sembra un grosso problema: se ricordate che quando facevate la formattazione di un floppy si paralizzava il PC per due minuti...
Non parlatemi di Microsoft e il computer al cesso

Siccome sto leggendo un po' di vostri messaggi, evito di commentare la notizia (dubito che sia vera anche se ne parla il anche Washington Post) di iLoo, il servizio pensato da Msn Uk per andare nei bagni pubblici con una tastiera e un mouse wireless e connettersi. Non ne vale la pena.
Hotmail a rischio? Passport di Microsoft ha un bel bug

Cari utenti di Hotmail.com (mi ci metto), abbiamo un problema... sembrano queste le parole del quartiere generale di Redmond. Ma non solo Hotmail è a rischio, perchè sono svariati i servizi che utilizzano Passport come porta di accesso e salvataggio dei dati personali. Il problema: in pochi minuti si poteva cambiare la password di ogni utente.
Sembra che l'azienda abbia posto rimedio al problema. Prima bloccando la possibilità di cambiare le password, poi aggiornando il sistema.
Meno male.
Microsoft’s Media2Go system

E' il prodotto top secret di Microsoft per ripodurre video e musica come il vecchio Walkman. Da collegare principalmente (ma non solo) a Xbox. E' l'attacco definitivo di Bill Gates all'impero Sony? Ma non teme che, giocando sul suo campo, Sony possa rispondere con molto vigore?
Enter the Matrix in 4 milioni di copie

Ho fatto i conti in tasca ad Atari, non solo perchè il gioco ha delle buone premesse per divertire, quanto per i costi. Vediamoli.
40 mio di dollari di diritti
40 mio di dollari per le confezioni, stumenti di marketing nei punti vendita, espositori, ...
Facciamo altri 20 in pubblicità? Arriviamo a 100 Milioni di dollari!
Se non sbaglio, l'azienda deve al governo francese circa 250 mio di euro di finanziamento a giugno di quest'anno (non vorrei fosse di più).
100 mio / 4 mio = 25 dollari. I conti tornano. Ma non sono certo che possano tornare... Speriamo in bene, non solo per Infogrames, ma per l'industria del divertimento elettronico.
Buona fortuna.

PS Il gioco vale, è spettacolare e molto intrigante... magari mi sbaglio, ma ne farà qualche milione in più...
Posto poco... ma ci sono

Sono traviato da altre cose in questi giorni, ma prometto che torno a postare: per favore evitate di scrivermi sull'argomento!

giovedì 8 maggio 2003

Xbox live sarà aggiornato

Pare imminente il rilascio di una nuova versione di Xbox live, il servizio di gaming on line di Microsoft. La novità è che si potrà chattare in video senza che nella console sia inserito un gioco: oggi si può comunicare e sfidare solo gli utenti che hanno lo stesso gioco inserito nella Xbox. Era assurdo e infatti l'azienda si sta muovendo per migliorare il servizio. Le altre novità riguardano la possibilità di ascoltare e vedere contenuti multimediali (musica e video).
Rinasce ufficialmente l'ATARI

Atari è un marchio che ha fatto la storia dei videogames nel mondo. "C'erano dei fantasmini che mi inseguivano" era il claim di un noto spoto pubblicitario dell'azienda negli anni 80. Il marchio però, era caduto in disgrazia. Oggi Inforgrames ha deciso di cambiare il nome in Atari, marchio che aveva acquisito. Buona fortuna.
Dimenticavo: il primo titolo che si fregerà del nome dovrebbe essere Enter the Matrix, ispirato alla saga del film Matrix.
Il PC col telefono

Bill Gates ha presentato un prototipo di PC che si connette al meglio con il telefono cellulare e altri dispositivi di comunicazione. Le telefonate saranno fatte passare attraverso il PC, e la voce potrà passare sulla posta elettronca.
Mi chiedo dove sta la novità: il mio notebook, ma addirittura il mio palmare, fanno già queste cose da tempo. Se sono in ufficio, posso mandare un messaggio con messenger ad un collega, un messagio di posta, posso chiamarlo o videochiamarlo con il PC (forse è più intelligente, ogni tanto, alzare il culo dalla seggiola e andare di là a parlargli).
Ma le novità non finiscono qui. Secondo Gates, il PC sarà sempre più puntato all'home entertainment, grazie agli hard disc sepre più capienti. Mi chiedo: l'Xbox la sta tagliando o i primi caldi o l'esplosione del polline stanno facendo un brutto effetto? Cosa c'entra il divertirsi in casa con la dimensione dei dischi? E' naturale pensare che il PC diventi il videoregistratore del futuro, non ci vuole un genio, ma non è che ti metti 1200 tra film e programmi nel PC: quando li vedi?
Come sempre Bill cavalca le onde, ma spesso è troppo impegano in sopra alcune che non ne vede altre...
Scoprire le onde è importante... Salirci quando sono già alte non sempre è intelligente: Xbox e i cellulari lo dimostrano. Ma se con Xbox si ha avuto la capacità di precorrere i tempi con l'on line, nel resto non vedo grandi sviluppi.
Windows 2003 server funziona bene

Avrei voluto scrivere questo post ieri, ma con il derby di Milano non era davvero possibile dare una descrizione lucida.
In una cornice faraonica, Microsoft ha presentato Windows 2003 server ai giornalisti e a partner selezionati, delegando alla giornata di oggi le sessioni descrittive ad un pubblico allargato. Premesso che sto provando Windows 2003 server da qualche tempo, la cosa che mi lascia davvero felice è la forza di questo prodotto. E' finalmente davvero scalabile, è veloce, abbassa i costi di possesso ed è sicuro. Non è il caso di trattare questi argomenti in un blog, ma mi soffermo su di una considerazione, che fa comprendere quanto Microsoft, finalmente, si stia impegnando nel realizzare prodotti che servano davvero.
Chi ha installato sistemi 2000 saprà che molte porte sono aperte, quindi si lascia l'azienda vulnerabile da possibili attacchi se non si interviene tecnicamente per porre rimedio. Windows 2003 server ha tutto chiuso per definizione e le politiche di security sono facilmente accessibili e manutenibili anche da chi non ha grandi conoscenze informatiche.
Un'altro dato importante è la presenza di una versione small business davvero intelligente, che permette di realizzare senza troppi intoppi il primo server della piccola azienda italiana. Sembra un prodotto fatto apposta per il nostro mercato, che si incastra in una serie di cinque (o sei) famiglie di Windows 2003 server, fino a toccare la mega industria.

martedì 6 maggio 2003

Le major finanziano software per sabotare gli utenti e Apple fa i soldi con la musica

Pare trovare conferme la notizia secondo cui le casi discografiche stanno finanziando programmi per sabotare i computer degli utenti di musica illegale.
Si tratta della creazione di programmi che bloccheranno i computer e le connessioni Internet degli utenti che scaricano musica illegalmente.
Peccato che Apple, con la vendita di brani musicali a 99 centesimi di dollaro sta dimostrando che i dischi sono cari e che un disco con 10 canzoni delle quali due significative ha fatto epoca. Da quanto tempo lo diciamo da queste pagine?
SCO rivuole il codice di Linux

Bufera nel mondo Linux: la società SCO sostiene che alcune parti del codice di Linux non sarebbero open source ma derivate da una versione di SCO UnixWare e quindi, nel caso, protette da copyright. LA cosa più interessante è che sono state avviate azioni legali soprattutto contro IBM. Qui gatta ci cova.
Dell vuole cambiare nome?

Seguendo un po' la moda che vede di buon occhio il cambio di nome delle aziende (Intesa BCI in Banca Intesa per fare un esempio italiano e Philip Morris in Altria per uno straniero), anche il primo vendor di PC sta pensando di mutare. Ma ha senso?
Gates mostrerà un nuovo tipo di PC (oggi)

Mentre Microsoft è alle prese con il lancio di Windows 2003 server e ai problemi delle beta di Office (oltre all'atavico problema di vendere la Xbox), a San Francisco Bill Gates presenterà un nuovo tipo di PC. Non importerà il processore, la memoria e le prestazioni. Conterà la facilità d'uso.
Sono cose che sono sempre state scritte su queste pagine...
Staremo a vedere.

venerdì 2 maggio 2003

"What the fuck do you think you're doing"

Questa è la frase contenuta in un file Mp3 scaricabile dal sito di Madonna, che era legata ad un link in cui si diceva che si trattava dell'ultima ed inedita fatica della cantante. Il bello non è che ha fatto arrabbiare i suoi fans, che un hacker abbia messo on line, sul suo sito, la canzone vera, che la pirateria dilaga ma è sempre la più venduta: è che questa frase, abilmente remixata, sta diventando un disco, anzi, una serie di dischi che sono il tormentone delle più importanti discoteche del mondo.
Quando la pubblicità e il marketing fanno la differenza. Imparate gente, imparate. In fondo Veronica insegna il mestiere da un paio di decenni a tutti.
Ecco un link per inserirsi in questo meraviglioso mondo: http://www.irixx.org/madonna/.

adv

Archivio blog

Influencer

Designed By Seo Blogger Templates