mercoledì 30 aprile 2003

Ballmer è impazzito?

L'amministratore delegato di Microsoft ha dichiarato: "Linux è il clone di un sistema di 20 anni fa". Il problema non è che sia il clone di qualcosa (che non ha inventato Microsoft, anzi la storia insegna che Bill Gates ha iniziato con uno scippo), ma che funziona e fa quello che deve fare ad un prezzo ragionevole (è un eufemismo).
Non importa se un sistema operativo è nuovo o vecchio, ma se funziona per gli utenti e li aiuta a lavorare meglio. Nei server, Linux, una volta correttamente configurato (cosa non da poco e comunque onerosa più che per Windows) è efficiente almeno quanto Windows (non voglio fare polemica).
L'Amiga, il computer casalingo di Commodore, era più innovativo di Windows 3.1, eppure ha perso...
La rivincita (legale) del Peer to Peer

Il giudice americano Stephen Wilson ha stabilito che Morpheus e Grokster non sono da ritenersi responsabili per la violazione del diritto d'autore commessa da terzi che utilizzano il loro software. E' la seconda sentenza a favore dei programmi p2p, che era di una corte olandese e quindi europea. "Speriamo che le persone non considerino questa situazione come un invito a continuare a svolgere un'attività che è chiaramente illecita" è stato il commento dei rappresentanti delle Major.
Ma finalmente è sancito un diritto: posso usare un programma per scambiare file. Se però i file sono coperti da copyright, chiaramente si viola il diritto d'autore, ma in questo caso c'è una legge specifica che regolamenta il tutto. E riguarda gli utenti. Direttamente.
Quasi pronto Sp2 di Windows XP, ritardato Office 2003

Siamo riusciti a carpire da Microsoft l'imminente messa on line del nuovo Service Pack di Windows XP, alla faccia di chi diceva che il sistema operativo era sicuro. In qualsiasi caso, si tratta di modifiche per lo più già scaricate con gli aggiornamenti di questi ultimi mesi, non ultimo quello recente di Explorer. Inoltre, dai primi test, pare che i sistemi con processore Amd Opteron siano più veloci di quelli con Intel Itanium 2 con Windows server 2003. Attendiamo conferme.
Sul piano di Office 2003, Microsoft sembra intenzionata a ritardarne l'uscita, prevista per giugno, a causa di qualche piccolo bug. E pensare che oggi Office Xp te lo tirano quasi dietro... Ricordo, una volta ancora, che chi è un insegnante, uno studente o ha in casa degli studenti, può usufruire della licenza studente, che rende davvero vantaggioso Office. E soprattutto ci si mette in regola contro la pirateria.

martedì 29 aprile 2003

Telefonini Wi-fi: inizia la rivoluzione

Cisco ha presentato i primi telefonini che utilizzano, al posto della rete Gsm, Docomo o Umts (etacs facciamo finta che non esista più) la rete wireless per eccellenza: 802.11b, quella della condivisione internet senza fili che sta entrando nelle nostre case.
Si tratta di un passo in avanti tecnologico notevole perchè, al postodi usare dei costosissimi e probabilmente dannosi ponti radio, si utilizzano gli hotspot, o punti di connessione wireless di aziende, case, privati e via di seguito.
Uno dei possibili modelli di business è realizzare, come privato, un punto di connessione (hotspot) al fine di ottenere sconti sulle chiamate. Il sistema di chiamata, poi, sarebbe quello della voce su protocollo internet, adottato ad esempio in Italia da Fastweb. Insomma, il predominio delle varie Nokia e Telecom potrebbe davvero vacillare. Ed è per questo che la nostra Telecom si sta attrezzando per realizzare punti di accesso wireless nei prossimi anni. Solo che prima questi telefonini erano chiacchere: ora sono realtà.

lunedì 28 aprile 2003

Il 29 aprile e il diritto d'autore: si paga di più

Domani entra in vigore la legge che farà aumentare, tra l'altro, i prezzi dei supporti vergini. Segnalo qui il pensiero di un'azienda, LG Electronics, sulla legge stessa.
Le nuove normative sulla protezione del copyright, volte a scoraggiare il commercio di supporti digitali pirata, hanno sollevato non poche perplessità tra i maggiori vendor oggi presenti mercato. In particolare, LG Electronics Italia si è espressa negativamente in merito all'entrata in vigore, il prossimo 29 aprile, del nuovo decreto legislativo n.68 in attuazione della direttiva 2001/29/CE, sull'armonizzazione di taluni aspetti del diritto d'autore e dei diritti connessi nella società dell'informazione.
In sintesi, il nuovo decreto che recepisce la cosiddetta Eudc (European Union Copyright Directive), è rivolto a proteggere tutte le opere rientranti nella tutela del diritto d'autore, dalle composizioni musicali al software. I produttori italiani dovranno dotarsi di misure tecnologiche di protezione del copyright, i cosiddetti dispositivi anticopia. I supporti ottici vergini diventeranno così più cari: la tassa sui cd dati CD-R e CD-RW da 650Mb passa da 0,05 euro a 0,23 euro, mentre il costo per DVD-R, DVD-RW sarà di 0,87 Euro per Gbyte, in caso di capacità superiori si applicherà una quota proporzionale aggiuntiva.
La società coreana manifesta la sua contrarietà verso l'introduzione di questa nuova normativa, che avrebbe come unico risultato un notevole aumento dei prezzi sia dei DVD sia dei CD-R/CD-RW, andando a ledere il consumatore finale. LG Electronics Italia sostiene infatti che la nuova legislazione andrebbe unicamente a penalizzare l'uso per scopi privati di copie personali, tassando ulteriormente l'utente finale. Il nuovo decreto legislativo creerebbe anche disparità di trattamento fra i diversi paesi dell'Unione Europea, dove invece dovrebbe essere rilevante trovare l'armonizzazione nei prezzi, contribuendo alla costruzione del prezzo al cliente.
Windows 2003 server e i 64 bit di Opteron

La scorsa settimana, quella del ponte per noi italiani, ha dato vita alla presentazione di due prodotti che segneranno l'informatica dei prossimi anni: WIndows 2003 server e Amd Opteron.
Se il primo era un apssaggio necessario, il secondo è piuttosto rivoluzionario. Windows 2003 server, però, non è esente da difetti: non è compatibile con alcuni software di vecchia generazione (Sql 7 basta come esempio, visto che è strausato ed è di Microsoft?) e inoltre ci sono parecchie perplessità, e emerse durante la presentazione a San Francisco. La prima è che non è stato presentato da Bill Gates ma da Steve Ballmer (è il prodotto migliore che abbiamo mai realizzato e la sicurezza ce l'abbiamo tatuata nei nostri cervelli sono le frasi più significative della presentazione), la seconda che Intel era sul palcoscenico (il monopolio WIntel ha intenzione di continuare e consolidarsi), la terza riguarda i costi (diminuiti).
Opteron è il processore a 64 bit di Amd compatibile con le applicazioni a 32 bit, ossia fa girare tutti i programmi che abbiamo oggi nel PC. La versione per desktop del chip, denominato Athlon 64, può essere utilizzata in qualunque dispositivo, dai laptop alle workstation, verrà commercializzata a settembre in Italia. La novità quindi, è rappresentata dalla differenza di strategia con Intel: i Pentium e gli Xeon per i 32 bit eseguono lo stesso software, mentre gli Itanium 2 vogliono software creato appositamente. Inoltre, I processori Amd, oltre a ridurre i costi di sviluppo e di mantenimento dei software, presenta un'unica piattaforma per server e desktop (in linea teorica perchè un server non è un desktop in base alla esigenze), ideale per chi vuole avere una buona protezione dell'investimento.
Dopo San Francisco, inoltre, si comprende il motivo del ritardo della presentazione di Windows Xp a 64 bit: Intel non è molto contenta...

venerdì 18 aprile 2003

Film sul PC (in banda larga)

E' ormai certo che Movielink.com (fondato dalle major cinematografiche di Hollywood) proporrà film disponibili in download o in visione broadband ad un prezzo tra i 2 e i 5 dollari. Il sito sarà Hollywood.com.
Più PC venduti in Europa

Secondo Gartner Dataquest, in Europa, Medio Oriente e Africa le vendite di PC sono aumentate del 6% rispetto allo scorso anno. C'è stata un'evidente impennata di vendite di notebook e una ripresa di acquisti da parte delle aziende. Inrealtà, l'aumento del 6% è relativo ad un trimestre, il primo del 2002, tra i più neri della storia del computer. Insomma, non c'è da stare troppo allegri. HP è ancora il primo gruppo in termini di vendite, ma è calata la quota di mercato in favore di Dell (19,3% con calo di 1.8% contro 11,2% con crescita di 1,4% di Dell).
La politica di Sony

Microsoft abbassa il prezzo di Xbox (la pubblicità dice mitico!, a qualcuno viene in mente Nicola Savino a Zelig che imita Galeazzi...). PlayStation probabilmente non calerà il prezzo, ma aggiungerà dell'hardware a Ps2: si parla del modem o dell'harddisk. Non mi sembra male come risposta.
Bug in Windows (pericoloso)

Microsoft ha segnalato la presenza di un nuovo bug per le versioni di Windows da Nt a 2000 a XP. E' necessario eggettuare l'update immediatamente, in quanto un sito maligno, nascondendo un comando nella pagina web scaricata nella temporanea di Windows, potrebbe permettete di prendere il controllo del PC da parte di malintenzionati.

martedì 15 aprile 2003

Una nuova Ps2

Sony Computer Entertainment ha realizzato un nuovo modello di Ps2, invendita in Giappone dal 15 maggio. Le novità sono: lettura di DVD r-rw+rw+r e un lettore a raggi infrarossi, ideale per il telecomando. Manca però la porta I-link. Xobx, invece, probabilmente avrà una edizione Xbox Live con la tastiera. Scopo: chattare!

venerdì 11 aprile 2003

Ancora sul prezzo di Xbox

Avevo sottolineato il fatto che il prezzo in Inghilterra era di 129 sterline. E' stato ritoccato anche da noi, a 199 euro.
Come sempre, anticipo i tempi! Ora attendo, con ansia, il ritocco dei prezzi di PS2 e GameCube (se è possibile per quest'ultimo).

giovedì 10 aprile 2003

I giochi più venduti (tutte le piattaforme)

1 CHAMPIONSHIP MANAGER 4
2 TOM CLANCY'S SPLINTER CELL
3 THE SIMS
4 DEVIL MAY CRY 2
5 METAL GEAR SOLID 2 - SUBSTANCE
6 ZELDA 3 - LINK TO THE PAST
7 THE GETAWAY
8 GRAND THEFT AUTO: VICE CITY
9 DRIVING TEST SUCCESS 2002/2003
10 DELTA FORCE: BLACK HAWK DOWN

Segnalo che il preferito di questo momento è Delta Force: Black Hawk Down, perchè la guerra mi piace giocarla perchè so che è finta.


Xbox ancora più conveniente

Il prezzo di Xbox nel Regno Unito è stato abbassato a 129 sterline, adeguandosi a quello di GameCube.
Ora PS2 è più cara di 40 sterline, per cui c'è da attendersi una risposta di Sony.
Stanno uscendo poi i primi titoli a prezzo ridotto di Xbox, che almeno colma il gap con Ps2 su questo lato.
Segnalo inoltre che un programmatore ha scoperto un bug di Xbox che permette il caricamento di software da hard disk direttamente. Non sarà, nei prossimi mesi, necessario modificare Xbox per montarci Linux. Un discreto smacco per l'azienda.
Giochi solo per Ati e solo per nVidia

Pare che la tendenza che emergerà dalla prossima fiera di Los Angeles (e3) sull'intrattenimento videoludico sarà la creazione di giochi solo per un tipo di scheda video.
Una nota di nVidia, doppiata da una della concorrente Ati, dice non si parlerà più di giochi per PC, ma di giochi per nVidia o ATi, come si fa già adesso per Sony e Nintendo. Half-life 2 girera' solo su PC dotati di schede video nVidia, e questo è il titolo di uscita più imminente che anticipa la tendenza.
Si tratta, secondo me, di un passo indietro: la forza dei PC risiede nel fatto che sono componibili. Se devo scegliere una scheda per un PC nuovo non posso pensare se poi potrò giocare a questo e non potrò giocare a quello. Insomma, se arriviamo a questi compromessi siamo proprio alla frutta. Quanto potrà pagare una Ati o una nVidia alle software house che non possa essere raccolto dal mercato con la vendita (e non la copia) dei giochi?
E' ovvio che si abbattono i costi di sviluppo creando un gioco per una piattaforma sola, ma se fosse la piattaforma sbagliata?
Un conto sono le console, che sono sempre uguali per qualche anno, un conto le schede video che praticamente rinnovano l'intero parco prodotti ogni 12 mesi!

mercoledì 9 aprile 2003

La mia considerazione su BlogAge

Non so se potrò partecipare a BlogAge, anche se sono di Milano, vivo a Milano e ci impiegherei pochi minuti a piedi per raggiungere il luogo.
Un po' per motivi familiari, come ho accennato, un po' perchè, come leggo in altri blog (quando ho tempo), non mi piace il fatto che si tratti di una conferenza.
Non si poteva fare una festa, una birra, quattro chiacchere in libertà (sopo le presentazioni si intende).
Il voler per forza incanalare il discorso in una conferenza mi infastidisce.
I blog sono informali. Forse era meglio l'informalità.
E poi la casa delle cultura...
Deciderò al momento. La tentazione di dare un volto, una voce e una sensazione a dei nomi e a delle pagine mi attizza tantissimo.
La guerra è finita? Andate sul web

Il traffico web in queste ultime ore ha raggiunto punte critiche. Siti di informazione presi d'assalto. L'euforia ha pervaso il web (ma è fuggita dalla borsa). Speriamo che si normalizzi.
Più Windows CE che Windows PC nel 2008

Inquietante, ma realistico. secondo eTForecasts, la situazione del 2002 è di 126 milioni di PC contro 9 di Windows CE. nel 2008 la situazione diverrà 200 milioni di PC e 210 di WinCE. Il sistema operativo si diffonderà non solo nei PocketPC, ma nei cellulari, nei monitor intelligenti, nei frigoriferi, forni, lavatrici, ...
Visto così i dati possono tornare. Avrei gradito dati relativi anche ad altri sistemi operativi...


Windows e AMD Opteron

Microsoft ha confermato ufficialmente la creazione di Windows a 64 bit per i processori di nuova generazione di AMD. Un atto dovuto da parte della casa di Redmond, anche se per ora solo in versione beta.
Incontro con un genio

Oggi ho incontrato Bill Roper (un altro Guglielmino).
Chi è? il direttore del team di sviluppo di Warcraft.
Cos'è Warcraft? Un gioco tra i migliori in circolazione, giunto alla rivisitazione della terza edizione con Frozen Throne.
Ma lasciamo perdere questi dettagli. Quello che conta è l'uomo, il personaggio. Non crea giochi tanto per crearli, ma per raccontare e fare vivere una storia, un'avventura. E in questo senso che mi sono accorto del perchè ha venduto tanto con questo gioco e perché World of Warcraft sia il gioco on line più atteso (uscirà nel 2004 inoltrato).
Ha una visione d'insieme del gioco che altri programmatori non hanno (e ne ho conosciuti).
Garriot (Richard) è un genio perchè ama la giocabilità, Molineaux (Peter) è un genio perchè giunge a soluzioni di interazione con i personaggi e gli oggetti che non hanno eguali, ma Ropper offre l'intrigo della storia, delle vicende, del modo di vivere.
La versione on line che ho visto oggi è davvero affascinante. Diversa da Warcraft (infatti i protagonisti del gioco siamo noi e non la squadra che creaiamo, amalgamiamo e plasmiamo), ha un'immediatezza di gioco incredibile, un'ambientazione fantasy notevole e una grafica e animazione che stupiscono pur con centinaia di player on line sul server. E' prematuro parlare del gioco, visto che manca tanto all'uscita e questo non è TGM (the games machine), ma rimane il fatto che ho parlato con un genio. Se avete voglia, segnatevi il nome.
Anche quello del gioco.
Ancora sulla Siae

Visto che l'argomento ha attirato parecchi messaggi nella mia casella di posta, vorrei segnalare a tutti alcune considerazione che mi sono giunte.
che senso ha tassare per ora di registrazione? potenzialmente, un file MP3 di una canzone (facciamo 6 Mb per sempòlicità) occupa solamente un decimo di un file wave di un cd audio occupando lo stesso tempo in riproduzione in un lettore che è in grado di leggere cd con file MP3 (e ce ne sono).
Se volessi fare uso del supporto per backup di dati, o come accade per le radio, per avere una copia di legge di ciò che va in onda, perchè devo pagare il diritto d'autore?
Il DVD è tassato in modo diverso rispetto ai CD o alle videocassette, e viene considerato sulla sua dimensione globale. C'è un motivo, visto che rappresenta il presente e il futuro della masterizzazione?
I cd r in pratica raddoppiano il prezzo (quelli a basso costo intendo): una tassa del 100% mi sembra eccessiva, se poi consideriamo che all'IperCoop ho preso 50 CD R a meno di 13 euro, la tassa è superiore al 100%!
A chi finoscono questi soldi non è chiaro, per niente. Mi chiedo come mai, visto che è così chiaro tutto.
Siae: ecco i balzelli definitivi

Ho atteso che venissero pubblicati i balzelli relativi ai supporti digitali.
Supporti audio analogici: 0,23 euro per ogni ora
Supporti audio digitali dedicati: 0,29 euro per ogni ora, ed aumenta all'aumentare della durata di supporti via via più capienti
CD-R e RW dati: 0,23 euro per 650 megabyte
Flash memory e cartucce digitali: 0,36 euro per 64 megabyte
Supporti video analogici: 0,29 euro per ora di registrazione
Supporti video digitali dedicati (compresi DVD-RW video): 0,29 euro per ora di registrazione
DVD-RW dati, DVD-R e DVD-RAM: 0,87 euro per 4,7 gigabyte di capienza
Sugli apparecchi di registrazione: 3 per cento sul listino al rivenditore
Sinceramente non capisco perchè non ci sia una tassa sul monitor, sul PC che uso per mandare un file, sul modem che scarica un file multimediale e anche sulle casse che lo riproducono.
La cosa più inquietante è la tassa sulle videocassette: fate quattro conti...

martedì 8 aprile 2003

Tagli all'informatica: un boomerang

E' di moda tagliare i costi. Società di consulenza (spesso le stesse che erano coinvolte nella certificazione dei bilanci delle aziende che hanno avuto problemi) sostengono che è necessario tagliare i costi e quindi riorganizzare e ottimizzare le aziende.
A parte il fatto che si tratta di una visione molto miope dell'economia, che guarda solo a tempi brevi e non certo ad una programmazione strutturata delle aziende, provoca incredibili danni se applicata alle nuove tecnologie.
Non mi riferisco solo agli strumenti informatici in genere, ma alle innovazioni che non vengono recepite e quindi si perdono opportunità di mercato.
Un esempio concreto è il non volere investire in CRM evoluti, accontentandosi di Excel e i data base aziendali o di strumenti comunque obsoleti.
Analizzando i dati di vendita e i comportamenti degli utenti/fruitori, è possibile realmente ottimizzare la propria azienda e struttura e si possono cogliere oppourtunità di crescita. Esempi ce ne sono tantissimi: Unicredit Banca, MilanLab, Esselunga, ...
Un altro esempio, incredibile, è il volere usare i PC a tutti costi: non è più necessario. Spesso basta un palmare o addirittura il telefonino aziendale per informare il proprio personale. La posta elettronica è usata in modo improprio nelle aziende. Pensiamo ad un server che raccoglie i messaggi e li rende leggibili via wap, mms e palmare al posto di dare un PC ad ogni dipendete (se ovviamente non ne ha bisogno per le mansioni che svolge).
Alzando il tiro, è singolare che le aziende non investano nell'integrazione dei dati aziendali. In certi casi, basta un investimento minimo per l'acquisto di un strumento di traduzione dei dati in un formato unico (senza quindi dover cambiare niente della propria struttura) per ottenere benefici incredibili. Ma non ci si sforza per niente. Si utilizzano persone per realizzare reportistiche per intere settimane quando esistono strumenti sofisticati ma non costosissimi che effettuano queste operazioni (meglio), in poche ore automaticamente.
Ma qui emerge l'altro problema: nell'ottica dei tagli, si taglia il personale, per cui la tecnologia toglie posti di lavoro. Errore (o orrore).
Il personale che realizzava la reportistica (per rimanere nell'esempio fatto), è altamente specializzato e può essere sfruttato per realizzare nuove ricerche da effettuare sulla base dati aziendale, in pratica come ricercatore. Ma così non avviene.
La situazione europea è molto peggiore di quella americana, perche nei nostri manager l'informatica non è mai stata compresa. Per cui le aziende europee, nel medio termine (e non solo nel lungo), diverrano meno competitive non solo di quelle americane ma anche di quelle di altre zone del mondo.
Meditate gente, meditate...

lunedì 7 aprile 2003

Attacchi informatici +89% nel primo trimestre

I primi mesi dell'anno segnao una crescita incredibile di attacchi a siti e servizi internet.
Secondo Internet Risk Impact Summary Report (ISS), accesso non autorizzato e attività pericolosa sono le principali fonti dei danni. Oltre ai virus e ai bug di sistema.
Linux che funziona da cd rom (e basta)

Per tutti gli scettici che vogliono provare Linux, per tutti coloro i quali non hanno voglia di installare il sistema operativo alternativo a Windows senza impazzire di doppio boot e via di seguito, segnalo questo progetto, totalmente open source, che permette di avere un computer Linux senza usare un byte dell'hard disk.
Infatti, basta settare da Bios del PC il boot primario al CD ROM e scaricare l'immagine del CD ROM stesso (da masterizzare) al sito
www.knoppix.net.
E' inutile dire che funziona.

venerdì 4 aprile 2003

Riproduttori multimediali insicuri

Casualmente Real player e Quick Time sono affetti da un grave problema di sicurezza che potrebbe consentire l'esecuzione di qualsiasi codice con i diritti dell'utente che ha eseguito il player ed esporre quindi il computer agli attacchi di persone malintenzionate.
Una volta tanto Microsoft la passa liscia.
Portogallo Brasile ha dimostrato che Umts non serve

Vodafone Telecel ha trasmesso in diretta sulla normale rete GPRS Portogallo-Brasile su Vodafone live! portoghese.
A quanto pare, la qualità era più che accettabile e il servizio è stato seguito da molti utenti.
Vedendo l'analisi delle connessioni, si trattava di utenti in giro che ascoltavano probabilmente la radio e si connettevano dopo un'azione importante.
177 cinema per Microsoft

Pare che Microsoft abbia stretto un accordo con Landmark Theatres per realizzare 177 sale cinematografiche con la tecnologia Microsoft Windows Media 9.
Un passo importante per Bill Gates.
La Siae, i vergini e le verginelle

Non so se devo parlarne, visto che sono iscritto alla Siae, ma il balzello sui supporti vergini non mi va giù.
La Fimi (Federazione dei discografici italiani) dice che è necessaria e che prende forma la cornice giuridica ritenuta necessaria allo sviluppo di un mercato musicale digitale legale.
Come dice l'ASMI (Associazione Supporti e Sistemi Multimediali Italiani) sostengono che nel resto d'Europa le aliquote sono più basse, ma è una falsità: rispetto ai loro colleghi francesi, tedeschi o spagnoli, un autore, un artista o un produttore discografico italiano percepiscono dal 2000 al 4000 % in meno come compenso per la copia privata. Affermano anche che laddove le tariffe sono state elevate il mercato dei CD-R si è contratto: e anche questa è una falsità, perché l'espansione della domanda dei CD registrabili, nel mondo, è un fenomeno irrefrenabile. Per anni hanno goduto di condizioni privilegiate rispetto ai loro colleghi esteri, ma questo non ha impedito loro di praticare prezzi identici a quelli correnti nei principali mercati internazionali: viene da pensare che per anni abbiano lucrato margini considerevoli, che oggi potrebbero utilizzare per non scaricare gli aumenti sui consumatori. Il diritto alla copia privata viene negato dalla contemporanea legittimazione dei sistemi di protezione dei supporti che impediscono di fatto la duplicazione.
Non lo so chi ha ragione e chi no, ma so che spenderò di più per fare il backup dei miei dati, di cui non gode i diritti nessuno.

Sony Ericsson P800

Sto provando il P800, il cellulare di punta dell'azienda, con una penna che lo rende molto simile ad un palmare. A parte il fatto che la durata delle batterie dichiarata dall'azienda è fantasiosa (600 ore in stand by), si tratta di un prodotto eccezionale per prestazioni.
Inoltre sto testando il software della milanese between che permette di accedere al PC in remoto usando il Gprs.
Probabilmente non vale la spesa, ma è decisamente il miglior cellulare di questo tipo in circolazione.
Microsoft punta a Google

Sono sempre più insistenti le voci in rete di un interesse da parte dell'azienda di Bill Gates verso il motore di ricerca per eccellenza.
A Redmond sono convinti di poter creare un prodotto che offra un'esperienza d'uso (XP) migliore di Google.
A parte gli interessi economici a riguardo, mi sembra strano parlare di esperienza d'uso di un motore di ricerca internet che viene misurato sull'efficienza e sulla consistenza dei dati memorizzati.
E poi Google si è imposto anche perchè è contenuto nelle dimensioni delle pagine mostrate, è veloce ed è davvero intelligente.
Staremo a vedere.
Il cellulare ha 30 anni

Pare che il 4 aprile del 73 sia stata effettuata, con successo, la prima telefonata con un telefono mobile (chiamarlo telefonino ha poco senso visto che pesava 8 chili!).

giovedì 3 aprile 2003

Qualche considerazione sui navigatori italiani

Se è evidente che Grande Fratello ha oltre 800mila visitatori unici, il successo del mesa di febbraio va a domaggiore.it con 195 mila utenti + 79% da gennaio e ai siti di giochi online, che sono stati visitati da più del 6% dei navigatori della rete, con una crescita pari al 2.7% rispetto al precedente gennaio e pari al 147% rispetto ad un anno fa.
Ma fa scalpore Disney.it che ha fatto quasi il 20% in più.
Per chi non lo sapesse, domaggiore offre un incredibile archivio di copertine di CD (chi ha orecchie per intendere intenda) e quindi l'uso è funzionale ma non proprio ortodosso.
Il primo convegno sui blog

Non so se parteciperò, solo perchè ho un impegno familiare, ma segnalo l'iniziativa perchè è decisamente interessante.

Partecipa a Blog Age

E' un link che spiega tutto.
Sostenete l'iniziativa.
Novità da 3

Lo so che ho bacchhettato l'azienda (come quasi tutte quelle che cito), ma segnalo che presto sarà possibile effettuare videotelefonate non solo tra cellulari Tre, ma anche tra cellulari e postazioni Internet dotate di Webcam.
Inoltre, sono state realizzate nuove offerte commerciali:
la ricaricabile “3 CINQUANTA”, la prima della telefonia mobile di Terza Generazione, e l’abbonamento “3 PER TRE”.
3 cinquanta che prevede l’offerta di un Nec e-606 e di una ricaricabile con 30€ di servizi ad un prezzo di 810€. La tariffa applicata è “flat”, tutti i giorni 24h su 24, indipendentemente dal numero del destinatario. Il prezzo è di 15 €cent./min. per le chiamate voce verso un qualsiasi numero di rete fissa e mobile nazionale, con uno scatto alla risposta di 15 €cent, mentre la videochiamata nazionale costa 55 €cent./minuto, con uno scatto alla risposta di 15 €cent. Un SMS nazionale costa 15 €cent. mentre per un MMS o un VMS (VideoMessaggio) si spendono 55 €cent. Al raggiungimento della soglia di spesa di 50€ nel mese solare, si ottiene un bonus di 50€ da spendere per tutti i servizi nel mese in cui viene accreditato il bonus e nei mesi successivi, senza limitazioni di tempo.
3 per tre è un abbonamento e prevede l’acquisto del Nec e606 a 780€ e un canone mensile di 6€, oltre alla tassa di concessione governativa.
Anche in questo caso le tariffe sono IVA inclusa e hanno lo stesso prezzo dell’offerta pre-pagata, ma con un’opportunità in più: la possibilità di videochiamare due numeri di 3 prescelti al medesimo prezzo di una chiamata voce e di inviare videomessaggi e/o MMS verso gli stessi due numeri al costo di un SMS.
Le versioni di Office 2003

Ho appena ricevuto e quindi pubblico una panoramica delle edizioni di Microsoft Office 2003.
Segnalo che Office Licenza Studente e Docente 2003 permette di installare Office 2003 su un massimo di 3 PC!

Microsoft Office Professional 2003 Enterprise Edition (disponibile attraverso i contratti Volume License e Academic Volume License) comprende:
- le versioni Professional di:
o Microsoft Office Word 2003
o Microsoft Office Excel 2003
o Microsoft Office Outlook 2003
o Microsoft Office PowerPoint 2003
o Microsoft Office Access 2003
- il supporto completo degli schemi XML definiti dal cliente e Information Rights Management
- Microsoft Office Publisher 2003
- Microsoft Office Business Contact Manager 2003
- la nuova applicazione Microsoft Office InfoPath 2003


Microsoft Office Professional 2003 (disponibile con licenze Retail, OEM e contratti di licenza Academic) comprende:
- le versioni Professional di
o Microsoft Office Word 2003
o Microsoft Office Excel 2003
o Microsoft Office Outlook 2003
o Microsoft Office PowerPoint 2003
o Microsoft Office Access 2003
- il supporto completo degli schemi XML definiti dal cliente e Information Rights Management
- Microsoft Office Publisher 2003
- Microsoft Office Business Contact Manager 2003


Microsoft Office Standard 2003 Edition (disponibile con licenza Retail e attraverso i contratti di Volume License) comprende:
- Microsoft Office Outlook 2003
- Microsoft Office Word 2003
- Microsoft Office Excel 2003
- Microsoft Office PowerPoint 2003


Microsoft Office Small Business 2003 Edition (disponibile con licenza Retail, OEM e contratti di Open Volume License) comprende:
- Microsoft Office Word 2003
- Microsoft Office Excel 2003
- Microsoft Office Outlook 2003
- Microsoft Office PowerPoint 2003
- Microsoft Office Publisher 2003
- Microsoft Office Business Contact Manager 2003


Microsoft Office Basic 2003 Edition (disponibile con licenza OEM) comprende:
- Microsoft Office Word 2003
- Microsoft Office Excel 2003
- Microsoft Office Outlook 2003


Microsoft Office Licenza Studente e Docente 2003 Edition (disponibile con licenze Retail e Academic) comprende:
- Microsoft Office Word 2003
- Microsoft Office Excel 2003
- Microsoft Office Outlook 2003
- Microsoft Office PowerPoint 2003


Applicazioni standalone (disponibili con licenza Retail, OEM e Volume License):
- le versioni Professional di Microsoft Office Outlook, Word, Excel, PowerPoint e Access 2003
- Microsoft Office InfoPath 2003
- Microsoft Office SharePoint Portal Server 2003
- Microsoft Office FrontPage 2003
- Microsoft Office OneNote 2003
- Microsoft Office Outlook 2003 sarà compreso anche nelle licenze CAL di Exchange Server 2003.
Transistor più veloci (per PC più potenti)

Il team di ricercatori di AMD ha per primo raggiunto nel mercato dei semiconduttori importanti traguardi tecnologici, essenziali per lo sviluppo di transistor di nuova generazione. Nel corso di un progetto di laboratorio che sarà presentato il giugno prossimo, i ricercatori AMD hanno creato e sperimentato un transistor ad alte prestazioni la cui velocità può superare anche del 30% quella dei migliori transistor P-MOS (P-channel Metal-Oxide Semiconductor) disponibili oggi sul mercato. Il nuovo transistor sfrutta tecnologie proprietarie AMD basate su Fully Depleted Silicon-on-Insulator. Utilizzando con successo la tecnologia metal gates, i ricercatori AMD sono stati anche i primi a realizzare un transistor in tecnologia strained silicon capace di raggiungere prestazioni del 20%-25% superiori rispetto a quelle dei componenti strained silicon convenzionali.
Siccome i microprocessori sono fatti di transistor, avremo processori più veloci e con un consumo di energia inferiore.
Cartucce e stampanti

Diciamolo: il costo delle cartucce per stampanti è uno scandalo. Compri al tuo supermercato di fiducia la stampante a 50 Euro e ti accorgi che la cartuccia di ricarica ne costa, ogni volta, 30-40. E poi dicono di usare le fotocamere digitali e di usare le stampanti a getto d'inchiostro per le nostre fotografie.
Con la stampante meno costosa, una fotografia costa oltre 0,75 euro, un foglio A4 circa 1,60 Euro.
Quanto costa una stampa fotografica tradizionale lo sapete (comunque da 0,15 a 0,50 euro).
E la durata della stampa? Ho già parlato di questo argomento in un altro post e non ho intenzione di tornarci.
Ma c'è un altro scandalo che vorrei capire se è causato dalle aziende fornitrici di stampanti (cartucce e inchiostri) o semplicemente dalla maleducazione degli italiani.
In Italia si consumano annualmente 4,5 milioni di cartucce laser per stampanti per un totale di 8 mila tonnellate di rifiuti e 30 milioni di cartucce ink jet per 3 mila tonnellate di rifiuti.
Negli Stati uniti ne vengono recuperate il 33%, in Italia solo il 9%.
E' possibile?

mercoledì 2 aprile 2003

Pesci d'aprile on line

Segnalo questo post per i pesci d'aprile che non sono stati segnalati ieri per problemi con il software di Bloggger.
Maicrosoft
Nientscape
Aol compera i Blogs addirittura dell'autorevole The Register
Google svela i segreti del suo motore di ricerca
L'ufficio in movimento

Ho letto con un certo stupore su di un inserto di un noto quotidiano (il corriere per non fare nomi) che per Wind, ma in generale per tutti, non è possibile portarsi l'ufficio in giro. Non è la prima volta che il Corriere si imbatte in abbagli: ricordo ancora un articolo che spiegava come utilizzare la posta con il Wap con il cellulare Sony z5 che ha un client di posta elettronica interno (nonwap)!
Comunque è strano quanto dichiarato da Wind e non ribattuto dall'intervistatore, visto che l'azienda offre palmare e cellulare Gprs proprio per questo scopo, oltre a una offerta ricaricabile dati.
Io sono l'esempio vivente di chi potrebbe vivere lontano dall'ufficio pur essendo costantemente collegato.
Ho un Alcatel 715 (il Gprs più veloce in circolazione), un iPaq 3630 (modello vecchiotto con 32 Mb) e un portatile P3 a 650 MHz. Con questi ultimi oggetti mi collego al Athlon 1,7 Ghz in ufficio utilizzando il programma Vnc, sia in edizione PC che Windows Ce per il palmare. Uso la potenza di calcolo e la connessione veloce del PC in ufficio per la posta e la navigazione (se serve, ma in giro non serve mai), dando la sensazione di essere in ufficio perchè a rispondere è la mia casella originale, con server di backup e antivirus installato.
Prendo appunti a mano sul palmare e li salvo nel PC, senza perderli come avveniva con i fogli di carta e i vari blocchi.
Adesso sto provando One Note, il software di Microsoft che sarà presente in Office 2003 per prender appunti a mano e salvarli come file di testo (più che altro la funzione è utile per effettuare ricerche).
Insomma, si può vivere lontano dall'ufficio con il solo palmare, volendo, cari gestori telefonici.
Il problema è la rete Gprs: qui va, qui no, non c'è una mappa e l'utente che ha dei problemi tecnici rischia di impazzire.
In qualsiasi caso, se volete fare la prova di vivere on the road, vi consiglio l'offerta Gprs di Tim: 20 Euro e traffico infinito (escluso il Wap) per un mese. Se siete coperti dal servizio (come si deve) e il cellulare è veloce, andrete meglio che con la connessione telefonica.

adv

Archivio blog

Influencer

Designed By Seo Blogger Templates